Le uniformi da
Vittorio Amedeo II
a Carlo Emanuele III

[2ª parte]


Come si è visto in precedenza, nei primi decenni del XVIII secolo l'abbigliamento del soldato di fanteria consiste in un abito di colore bianco-grigiastro, con ampie falde a pieghe e maniche con larghi paramani. Paramani e fodera sono di colore rosso o turchino, secondo il reggimento. Sotto il giustacorpo si porta una veste lunga con due tasche. I calzoni, di vari colori, sono chiusi sotto il ginocchio da una giarrettiera color azzurro. Al collo si annoda una cravatta nera o rossa. Le scarpe sono basse e spesso ornate da una fibbia.

Il cappello è nero con bordo bianco o giallo. Il tricorno però si rivela troppo ingombrante per i granatieri che presto adottano un berretto di lana, la cui coda ricade all'indietro e termina con un fiocco. Diventa anche abituale rialzare le punte anteriori e posteriori delle falde del giustacorpo appuntandole lateralmente, per facilitare i movimenti del soldato. Per lo stesso motivo si rivoltano il colletto e i due risvolti del giustacorpo sul petto: in Piemonte questo si chiamò giustacorpo à la matelotte.

Negli anni seguenti, l'uniforme subisce qualche modifica, con una crescente influenza delle divise austriache e prussiane. Il regolamento del 1741 modifica soprattutto il taglio dell'abito, che da allora diventa identico per tutta la fanteria sarda. Al tricorno di nero si applica una coccarda azzurra; le scarpe diventano nere, la tracolla della giberna e il cinturone sono di cuoio naturale o di colore giallastro, così come la bretella del fucile e il fodero della baionetta. Il coperchio della giberna è di cuoio nero bordato di rosso.


Uniformi post 1741
Le Fonti

I disegni delle uniformi illustrate nel seguito sono contenuti in alcuni album acquarellati, conservati presso l'Archivio di Stato e la Biblioteca Reale di Torino.

Sono qui elencati in ordine cronologico

Livre
de l'Uniforme
des Regimens d'Infanterie au service de
S.M. le Roi de Sardaigne
selon l'Établissemen qui en a eté fait en dernier lieu
1744

(Archivio di Stato, Torino, JB III 16)

Livre de l'uniforme des
Troupes regleès de S.M.
avec les Drapeaux, Étendards ou Guidons
de chaque Corps
1747

(Archivio di Stato, Torino, H VIII 53)

État des Troupes
de S.M. le Roi de Sardaigne

(~1757)

(Biblioteca Reale, Torino, Saluzzo 341)



(N.B. la figura a fianco non rappresenta il frontespizio dell'album)

Stendardi
vecchi e nuovi,
uniformi di infanteria
di S.S.R.M.
il Re di Sardegna


(~1772)

(Biblioteca Reale, Torino, Ms mil. 134)

album disegnato da Giovanni Genta

NB L'album è riprodotto nel numero 1/1990 della Rivista Militare Europea


Fanteria (1741-1744)

Colori distintivi dei reggimenti

Reggimenti di ordinanza nazionale

reggimento giustacor-
po
colletto matelotte paramani fodera bottoni
(e bordo cappello)
veste calzoni cravatta
Guardie
Savoia
Monferrato
Piemonte
Saluzzo
Fucilieri
La Marina
La Regina

Artiglieria

giustacor-
po
colletto matelotte paramani fodera bottoni
(e bordo cappello)
veste calzoni cravatta
battaglione artiglieria

Reggimenti di ordinanza straniera

reggimento giustacor-
po
colletto matelotte paramani fodera bottoni
(e bordo cappello)
veste calzoni cravatta
Kalbermatten
Guibert
Roi
Reydt
Keller
Meyer
Schulemburg
Burgsdorff
Baden
Audibert
Sardegna
Sicilia
Lombardia
Corsica

Reggimenti provinciali

reggimento giustacor-
po
colletto matelotte paramani fodera bottoni
(e bordo cappello)
veste calzoni cravatta
Chiablese
Tarantasia
Nizza
Aosta
Torino
Vercelli
Mondovì
Asti
Pinerolo
Casale


Le uniformi
[C] = Giorgio Cavalieri, bibliografia n. 12
[L] = Livre de l'Uniforme ... 1744, vedi sopra
[ME] = Stendardi vecchi e nuovi ... 1772, (riprodotto in Rivista Miltare Europea 1/1990), vedi sopra


Reggimenti di ordinanza nazionale

Guardie
[C]
Savoia
[C]
Monferrato
[C]
Piemonte
[C]

Saluzzo
[C]
Fucilieri
[C]
La Marina (III)
[C]
La Regina
[C]

Artiglieria

Battaglione di Artiglieria
[C]

Reggimenti di ordinanza straniera

svizzero
Kalbermatten (II)
[C]
svizzero
Guibert
[C]
svizzero
Roi
[C]
svizzero
Keller
[C]

svizzero
Reydt
[C]
svizzero
Meyer
[C]
svizzero
Meyer
[L]

alemanno
Schulemburg
[C]
alemanno
Burgsdorff
[C]
alemanno
Baden
[C]
misto
Audibert
[C]

italiano
Sicilia
[C]
italiano
Lombardia (I)
[C]
italiano
Corsica
[C]
italiano
Sardegna
[C]

Reggimenti provinciali

Chiablese
[C]
Tarantasia
[C]
Aosta
[C]
Torino
[C]

Mondovì
[C]
Vercelli
[C]
Asti
[C]
Casale
[C]

Nizza
[C]
Pinerolo
[C]


Bonetti per granatieri

Guardie
Fucilieri
La Marina
La Regina
Tarantasia
Torino
Casale
Savoia
Monferrato
Mondovì
Nizza
Pinerolo
Lombardia
Piemonte
Saluzzo
Chiablese
Aosta
Vercelli
Asti
Sicilia




Guardie
[ME]
La Regina
[ME]
Artiglieria
[ME]

Sardegna
[ME]
Audibert
[ME]
Reydt
[ME]





Savoia Monferrato Piemonte

Saluzzo Fucilieri La Marina La Regina

Reydt Meyer Baden Audibert

Sardegna Sicilia Lombardia (I) Corsica


Livre de l'Uniforme des Regiments d'Infanterie
au service de S.M. le Roi de Sardaigne
1744

Guardie
Savoia
Monferrato

Piemonte
Saluzzo
Fucilieri

La Marina
La Regina
Artiglieria



alemanno
Schulemburg
alemanno
Burgsdorff
alemanno
Baden

svizzero
Kalbermatten
svizzero
Guibert
svizzero
Roy

grisone
Reydt
svizzero
Keller
svizzero
Meyer

misto
Audibert
italiano
Sardegna

italiano
Sicilia
(sciolto nel 1751)
italiano
Lombardia
(sciolto nel 1751)
italiano
Corsica
(sciolto nel 1751)




provinciale
Chiablese
provinciale
Tarantasia
provinciale
Aosta

provinciale
Torino
provinciale
Vercelli
provinciale
Nizza

provinciale
Mondovì
provinciale
Asti

provinciale
Pinerolo
provinciale
Casale



Guardie del Corpo, Dragoni e Cavalleria (1741-1749)

Guardie del Corpo
[C]

Dragoni di SM
[C]
Dragoni di Genevese
(dal 1743
Dragoni di SAR)
[C]
Dragoni di Piemonte
[C]
Dragoni di Piemonte
(dal 1749)
[C]

Dragoni di Sardegna Dragoni della Regina

Piemonte Reale cavalleria
[C]
Savoia cavalleria
[C]


Gualdrappa e coprifondine 1741

Savoia Cavalleria
Dragoni di SM
Dragoni di SAR
Piemonte Reale Cavalleria
Dragoni di Piemonte
Dragoni della Regina
Dragoni di Sardegna

Guardie del Corpo


Tamburi, trombe e musicanti (1741)

Le uniformi dei tamburi, tamburi maggiori, trombe e musicanti di questo periodo, rimaste invariate anche nel decennio successivo, sono trattate nelle pagine dedicate alle uniformi del 1750


(pagina seguente) Uniformi (3ª parte)

(pagina precedente) Uniformi (1ª parte)


Inizio
Cenni storici e bandiere da Carlo Emanuele I (1580-1630) a Vittorio Amedeo II (1675-1730)
Cenni storici sull'esercito sabaudo nel XVIII secolo
Le bandiere di Carlo Emanuele III (1730-1773)
Le bandiere di Vittorio Amedeo III (1773-1796)
Le uniformi di Vittorio Amedeo III
Cenni sull'Armata Sarda e bandiere da Carlo Emanuele IV (1796-1802) a Carlo Alberto (1831-1849)
Le uniformi da Carlo Emanuele IV a Carlo Alberto
Elenco dei reggimenti nazionali fino al 1849
Breve storia delle truppe svizzere al servizio sabaudo
Elenco dei reggimenti alemanni, francesi, misti e religionari al servizio sabaudo


Ultimo aggiornamento 6 Febbraio 2017
Creato e mantenuto da Federico Bona
Copyright © 2001-2017 Federico Bona