Le bandiere di
Vittorio Amedeo III


Dopo le profonde ristrutturazioni di Vittorio Amedeo II, nel 1774 erano alle armi i seguenti reggimenti

Fanteria d'ordinanza nazionale

Guardie (1659) Savoia (1664)
Monferrato (1664) Piemonte (1664)
Saluzzo (1680) Aosta (1774)
La Marina (1714) La Regina (1734)
Sardegna (1744)

Fanteria d'ordinanza provinciale

Genevese (1774)
già Chiablese (1714)
Tarantasia (1714)
Nizza (1714) Ivrea (1774)
già Aosta (1714)
Torino (1714) Vercelli (1714)
Mondovì (1714) Asti (1714)
Pinerolo (1714) Casale (1714)
Novara (1752) Tortona (1752)

Fanteria d'ordinanza straniera

svizzero Vallesano (1774)
o Kalbermatten [III]
svizzero Bernese (1774)
o Tscharner
Grisone di Carignano (1774) Real Alemanno (1774)
nato dalla fusione dei reggimenti
- Zietten (1763)
- Brempt (1763)
misto Chiablese (1774)

Artiglieria

Corpo Reale di Artiglieria (1743)

Cavalleria

Dragoni di Piemonte (1691)
già Dragons Jaunes o Dragoni di Macello (1689)
Piemonte Reale cavalleria (1692)
già Gendarmi di Cavaglià (1692)
Savoia cavalleria (1692)
già Gendarmi di None (1692)
Dragoni di SM (1713)
già Dragons Rouges o Dragoni di Verrua (1683),
Dragoni di SAR (1685)
Dragoni Leggeri di Sardegna (1774)
già Dragoni di Sardegna (1726)
Dragoni della Regina (1736)
Cavalleggeri di SM (1774)
già Dragons Verts (1689),
Dragoni del Genevese (1690),
Dragoni di SAR (1743?)
Dragoni del Chiablese (1774)
Aosta cavalleria (1774)



In questo capitolo e in generale in tutto il sito non sono trattati reparti molto importanti creati nel periodo 1774-1776.

Si tratta delle cosiddette Legioni:

- la Legione degli Accampamenti (formata da personale provinciale), che assicurava all'esercito in marcia l'agibilità delle strade e la disponibilità di accampamenti protetti e organizzati;

- la Legione delle Truppe Leggere (formata da personale di carriera), che - in tempo di pace - doveva vigilare sui confini più delicati e - in tempo di guerra - affiancava l'esercito in marcia o in battaglia, fornendo truppe leggere.

Si ricorda anche il Battaglione delle Fregate, fondato nel 1775, incorporando le pre-esistenti Compagnie di Marina. Nel 1783 il battaglione fu sciolto. Nel 1792, la sua bandiera d'ordinanza fu assegnata alla Centuria di Marina. Questo reparto a fine anno si trasformò in Reggimento Nuova Marina, che nel 1793 divenne il Reggimento Oneglia (vedi 3ª parte).



Le bandiere dal 1774 al 1796

I disegni delle bandiere di questo periodo sono raffigurati in due soli album, attribuiti a Leonardo Marini. I due album contengono anche le bandiere del regno di Carlo Emanuele IV (1796-1802), che verranno trattate nel capitolo Armata Sarda e bandiere da Carlo Emanuele IV a Carlo Alberto.

Esistono anche disegni sparsi, molti dei quali attribuibili sempre a Marini

Il primo album è

États
des paies, et uniformes
des troupes
de S.M.
le Roi de Sardaigne

(Biblioteca Reale, Torino, Ms mil. 102)

identificato nel seguito con [M]

Il secondo album, che non ha frontespizio, è intitolato Uniformi delle Truppe di S.M. Sarda ed è pure conservato alla Biblioteca Reale [N 94 (14)]


Le bandiere dei
reparti a piedi


Tutte le nuove bandiere della fanteria furono confezionate tra il 1774 e il 1779, dando ovviamente priorità ai reggimenti di nuova formazione, come per esempio il Real Alemanno, le cui bandiere furono approvate dal re nel giugno 1774.

I drappi erano in taffetà variamente colorato, con un disegno identico per tutti i reparti; stemmi e aquile erano dipinti. Le uniche differenze erano lo stemma del reggimento e alcuni colori del drappo.

Per ogni reggimento, c'era una corrispondenza tra il colore di alcuni elementi della bandiera e quello di alcune parti dell'uniforme.


reggimento Savoia reggimento Bernese

Mentre rimando alle pagine sulle uniformi la spiegazione del vari elementi dell'uniforme stessa, ritengo utile indicare qui i colori distintivi dei vari reggimenti di fanteria.

Fanteria d'ordinanza nazionale

reggimento giustacor-
po
colletto matelotte paramani fodera bottoni veste calzoni cravatta
Guardie
Savoia
Monferrato
Piemonte
Saluzzo
Aosta
La Marina
La Regina
Sardegna

Artiglieria

giustacor-
po
colletto matelotte paramani fodera bottoni veste calzoni cravatta
(fino al 1784)

Fanteria di ordinanza provinciale

reggimento giustacor-
po
colletto matelotte paramani fodera bottoni veste calzoni cravatta
Genevese
Tarantasia
poi Moriana (1781)
Nizza
Ivrea
Ivrea
(Ales, Cavalieri)
Torino
Torino
(Ales, Cavalieri)
Vercelli
Mondovì
Asti
Pinerolo
Casale
Novara
Tortona

Legione Accampamenti
[*]
[*] bottoni alternati di stagno e d'argento

Fanteria d'ordinanza straniera

reggimento giustacor-
po
colletto matelotte paramani fodera bottoni veste calzoni cravatta
Vallesano
Bernese
Grisone
Real Alemanno
Chiablese
(Ricchiardi)
Chiablese
(Ales, Cavalieri)



La descrizione dei nuovi modelli di bandiera è contenuta nel capitolo Cenni storici sull'esercito sabaudo nel XVIII secolo.

Desidero però fare alcune osservazioni:

- il bordo delle prime bandiere colonnelle era di taffetà blu, ma fu subito sostituito da un bordo di taffetà azzurro, come confermato dalle bandiere arrivate fino a noi. Ho però scelto di mantenere il colore degli album, ove la bandiera vi sia rappresentata


reggimento Piemonte
bandiera colonnella
cornice effettivamente adottata

- lo stemma in cuore alla grande aquila centrale è spesso inquartato: in tutti i disegni lo sfondo del 1° e 4° quarto sembra più bianco (argento araldico) che giallo (oro araldico), come è l'arma di Savoia antica (d'oro, all'aquila di nero). Anche in questo caso ho deciso di mantenere il colore indicato dai disegni (vedi reggimenti Piemonte e La Marina, qui sotto);


reggimento Piemonte
[M]
reggimento La Marina
[B]

- sembra invece che nelle Grandi Arme del regno (vedi reggimento Guardie, qui sotto), lo stemma di Savoia antica sia rappresentato correttamente dal punto di vista araldico (d'oro, all'aquila di nero).

reggimento Guardie
[M]


Fanteria d'ordinanza nazionale

reggimento Guardie
bandiera colonnella
riprod. da [M]
reggimento Guardie
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]

colonnella e ordinanza del reggimento Guardie
(disegno forse di Dematteis (*)
Museo Nazionale del Risorgimento, Torino
(*) Ricchiardi ipotizza l'attribuzione a Dematteis, produttore delle bandiere modello 1786, in quanto questo disegno riproduce bandiere assai simili a quelle adottate in quell'anno

reggimento Savoia
bandiera colonnella
riprod. da [M]
reggimento Savoia
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]

reggimento Monferrato
bandiera colonnella
riprod. da [M]
reggimento Monferrato
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]

reggimento Piemonte
bandiera colonnella
riprod. da [M]
reggimento Piemonte
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]

colonnella e ordinanza del reggimento Piemonte
(disegno forse di Dematteis)
Museo Nazionale del Risorgimento, Torino

reggimento Saluzzo
bandiera colonnella
riprod. da [M]
reggimento Saluzzo
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]

reggimento Aosta
bandiera colonnella
riprod. da [M]
reggimento Aosta
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]

reggimento La Marina
bandiera colonnella
riprod. da [M]
reggimento La Marina
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]

reggimento La Regina
bandiera colonnella
riprod. da [M]
reggimento La Regina
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]

reggimento Sardegna
bandiera colonnella
riprod. da [M]
reggimento Sardegna
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]

colonnella e ordinanza del reggimento Sardegna
(disegno forse di Dematteis)
Museo Nazionale del Risorgimento, Torino


Artiglieria

Corpo Reale di Artiglieria
bandiera colonnella
riprod. da [M]
Corpo Reale di Artiglieria
bandiera d'ordinanza
riprod. da [M]


(pagina seguente) Le bandiere dei reparti a piedi (2ª parte)


Inizio
Cenni storici e bandiere da Carlo Emanuele I (1580-1630) a Vittorio Amedeo II (1675-1730)
Cenni storici sull'esercito sabaudo nel XVIII secolo
Le bandiere di Carlo Emanuele III (1730-1773)
Le uniformi da Vittorio Amedeo II a Carlo Emanuele III
Le uniformi di Vittorio Amedeo III
Cenni sull'Armata Sarda e bandiere da Carlo Emanuele IV (1796-1802) a Carlo Alberto (1831-1849)
Le uniformi da Carlo Emanuele IV a Carlo Alberto
Elenco dei reggimenti nazionali fino al 1849
Breve storia delle truppe svizzere al servizio sabaudo
Elenco dei reggimenti alemanni, francesi, misti e religionari al servizio sabaudo


Ultimo aggiornamento 17 Gennaio 2017
Creato e mantenuto da Federico Bona
Copyright © 2001-2017 Federico Bona